Il blog di Renato Carlo Miradoli

Il Professor Cipolla, Le leggi fondamentali della stupidità e l'umorismo usato per fare storia

Recentemente citato a Rai storia da Alessandro Barbero per il suo libro "Cristofano e la Peste" come maestro degli storici contemporanei, il Professor Carlo M. Cipolla è noto per essere stato indubbiamente, oltre che divulgatore, grande storico, grandissimo docente (in Inghilterra, nemo propheta in patria) anche uomo di grande umorismo. Ne è la riprova questo libro che oltre al celebre pezzo sul medioevo "Allegro ma non troppo", ci presenta in modo molto serio(so) i cinque postulati in termini di leggi fondamentali della stupidità umana.

 

Il primo saggio dell'opiscolo, gustoso e leggibile in meno di 80 pagine, e formato ridotto, si occupa del ruolo delle spezie (e del pepe in particolare) nello sviluppo economico del Medioevo. Il saggio è nella traccia dell'umorismo sottile e che pone riflessioni profonde e umane: umorismo, dice Cipolla, non è ironia. Umorismo è ridere delle proprie debolezze e difetti umani o paradossi.

A questo prima saggio, nel volumetto,  è poi aggiunto il noto saggio sulle leggi fondamentali della stupidità umana, in particolare le cinque leggi fondamentali:

1) sempre e inevitabilmente ognuno di noi sottovaluta il numero degli individui stupidi in circolazione.

2) la probabilità che una persona è indipendente da qualsiasi altra caratteristica della persona. Cioè non dipende dall'origine, dall'istruzione, dalla cultura o dal ceto o dal genere.

3) La legge aurea è questa terza legge che definisce la stupidità umana: una persona stupida è una persona che causa un danno ad un'altra persona o gruppo di persone, senza al contempo realizzare alcun vantaggio per sé o addirittura subendo una perdita.

4) Le persone non stupide sottovalutano il potenziale nocivo delle persone stupide. In particolare i non stupidi dimenticano che in qualsiasi momento e luogo, e in qualunque circostanza, trattare e/o associarsi con individui stupidi si dimostra infallibilmente un costosissimo errore.

5) La persona stupida è il tipo di persona più pericolosa che esiste. Lo stupido è più pericoloso del bandito, il quale almeno si arricchisce di quanto vi toglie.

Il tutto è trattato con rigore accademico (con tanto di curve e assi cartesiani), il consueto umorismo che porta a un gusto amaro ma anche consolatorio sulla natura umana.

Leggiamolo tutto, arrabbiamoci, amareggiamoci, sorridiamo e non dimentichiamo mai le leggi fondamentali: ci consoleranno quando ci troveremo di fronte ad esseri arroganti, a personaggi pomposi e cui manca l'autocritica e l'umiltà.  Ma ci consoleranno anche e soprattutto perché capiremo che, se la natura umana è fatta spesso di disonestà quando non di prepotenza e malaffare, ciò non toglie che noi si debba peggiorare le cose diventando complici degli stupidi. Per usare le parole del Professor Cipolla, "uno sforzo costruttuvo per investigare e conosce e possibilmente neutralizzarie una delle più potenti e oscure forze che impediscono la crescita del benessere e della felicità umana".

Buona lettura!

 

 

 

 

Renato Carlo Miradoli

Nato a Milano, laureato all'Università Cattolica del Sacro Cuore in lettere classiche, è traduttore di diversi libri dall'inglese all'italiano tra i quali Stonehenge il segreto del solstizio di Terence Meaden https://www.amazon.it/Stonehenge-solstizio-Osservatorio-astronomico-affascinante/dp/8834409272  e di poesie del poeta Roald Hoffmann http://www.roaldhoffmann.com/ presentate alla Milanesiana http://temi.provincia.milano.it/Milanesiana/giorno_30giugno.html rassegna culturale della Provincia di Milano.

Dal 2003 ha fondato la sua società di servizi linguistici, formazione, agenzia traduzioni, internazionalizzazione.
E’ docente di inglese e italiano per stranieri presso l’Università Bocconi di Milano, SDA, Master MIMEC, Politecnico di Milano, MIP Master del Politecnico, Istituto Marangoni, presso istituzioni e aziende clienti multinazionali e nazionali.

Prossimi appuntamenti

« Aprile 2021 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
In alto